Stats of week #8: social media, Snapchat e mobile

Articolo blog
18/04/2017 • scritto da Domenico Armatore
0 Flares 0 Flares ×

In questa ottava puntata di “Stats of the week” parliamo di social media e small business, Snapchat e pagamenti mobile. Partiamo subito con la nostra panoramica sulle statistiche più interessanti dal mondo social e digital.

1. I social media sono i canali sui quali gli small business investiranno di più nel 2017

Diamo ormai per scontato che, anche in Italia, i social media siano canali indispensabili per il posizionamento di una PMI online. Ma questa ricerca firmata Clutch fa un ulteriore passo in avanti mostrando come gli small business siano intenzionati ad aumentare il budget destinato ai social media già nel corso nel 2017. Facebook, Instagram, Snapacht e gli altri canali social si confermano quindi dei perfetti strumenti da inserire in una buona strategia di marketing mix.

La ricerca affronta una panoramica su come gli small business utilizzeranno il budget per il marketing nel corso dell’anno. Tra i canali più in crescita in termini di investimenti troviamo, dopo i social media, i website, e-mail marketing e SEO.

Se siete interessati all’intera ricerca, vi consigliamo di visitare questa pagina.

2. Snapchat è visto come il social network più cool dalla Generazione Z

È ormai consolidato che Snapchat rappresenti una piattaforma attraente per un target molto giovane. A ribadirlo ancora una volta è questa ricerca riportata da MarketingProfs nella quale è stato chiesto ai teenager americani tra i 13-17 anni di comunicare quali fossero i brand e i social media più cool.

Snapchat ha guadagnano il gradino più alto tra i social media, in compagnia di YouTube e Instagram. La piattaforma ideata da Evan Spiegel si conferma quindi come strumento utile per i brand che realizzano prodotti o servizi rivolti a un target molto giovane.

Vi consigliamo di leggere tutto lo studio a questo link.

3. In Europa i pagamenti mobile triplicheranno nei prossimi 5 anni

Secondo quanto riportato da eMarketer, in Europa nei prossimi anni ci sarà una vera e propria esplosione dei pagamenti via mobile. Francia, Germania, Italia, Olanda, Spagna, Svezia e UK registreranno un volume di transazioni pari a 148 miliardi di dollari in 5 anni, triplicando i 50 miliardi registrati nel 2015.

Tra i motivi di questo importante incremento ritroviamo la diffusione più capillare degli smartphone che consentono pagamenti mobile e una maggiore familiarità e fiducia dei consumatori verso la possibilità di finalizzare gli acquisti tramite smartphone.

Si tratta di una tendenza interessante per i brand che fanno business online, ma è ovviamente necessario che si facciano trovare preparati sviluppando strategie pensate appositamente per i canali mobile.

Siamo arrivati alla fine di questa ottava puntata di “Stats of the week”. Vi aspettiamo settimana prossima con il nono appuntamento!

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×