Stats of the week #7: smartphone, mobile video e social media

Articolo blog
10/04/2017 • scritto da Domenico Armatore
0 Flares 0 Flares ×

Benvenuti alla settima puntata di “Stats of the week”, la rubrica nella quale affrontiamo una panoramica delle statistiche più interessanti dal mondo digital.

Questa settimana concentriamo la nostra attenzione su teen e smartphone, mobile video e social media.

Pronti? Partiamo!

1. Il 94% dei ragazzi tra i 16 e i 24 anni possiede uno smartphone

Basta guardarsi in giro per capire la percentuale di penetrazione degli smartphone tra i ragazzi, ma grazie a questa statistica abbiamo una conferma “scientifica”.

Lo smartphone è diventato uno strumento tramite il quale i giovani tra i 16-24 anni (ma non solo) comunicano con il mondo esterno. Il mobile è al centro di molte delle loro esperienze e questo dato deve interessare le aziende i cui prodotti o servizi sono rivolti a questo target.

L’esperienza mobile è quindi un punto sul quale sviluppare strategie su più livelli (editoriale, canale) e dal quale partire per comprendere i comportamenti di queste persone.

2. Circa 7 teenager su 10 trascorrono almeno 3 ore al giorno a guardare video sullo smartphone

Rimaniamo in tema smartphone e teenager per scoprire che questi ultimi sono dei divoratori di video online via mobile.

È quanto emerge da questo studio riportato da eMarketer nel quale vengono analizzate le attività svolte dai teenager americani sui loro smartphone.

La visualizzazione dei video si posiziona al primo posto, seguita dall’utilizzo di app di messaggistica e dall’utilizzo dei social media. Netflix, YouTube e Hulu sono le piattaforme sulle quali i teenager preferiscono guardare i video.

Anche in questo caso, emerge un dato interessante per i brand: la possibilità di attivare una relazione con questo target tramite la produzione di contenuti basati su un formato – i video appunto – molto apprezzato da queste persone.

3. In media le persone spendono 2 ore al giorno tra social media e app di messaggistica

Chiudiamo il nostro appuntamento con un dato che ci riguarda molto da vicino, ovvero le ore spese dalle persone sui canali social e sulle app di messaggistica.

Questo dato riportato da GlobalWebIndex, mostra come i social media siano diventati strumenti centralissimi tra le attività che gli utenti svolgono online.

Facebook, Twitter, Snapchat, Instagram e tutte le altre piattaforme social rappresentano un punto di incontro estremamente interessante tra brand e persone. È però importante per le aziende conoscere e comprendere i giusti linguaggi per ingaggiare queste persone sui social media.

Nello sviluppo delle strategie e di conseguenza dei contenuti è necessario considerare le dinamiche tipiche di questi canali, sui quali le persone trascorrono il loro tempo non perché alla ricerca di qualcosa (prodotto, servizio, esperienza), ma perché interessate a interagire o a comunicare.

Questo dato deve essere interpretato e utilizzato per impostare un certo tipo di approccio in fase strategica e di produzione dei contenuti.

Siamo arrivati alla conclusione di questa puntata, vi aspettiamo la prossima settimana con l’ottavo appuntamento di “Stats of the week”!

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×