Stats of the week #16: WeChat, viaggi e mobile

Articolo blog
24/07/2017 • scritto da Domenico Armatore
3 Flares 3 Flares ×

Manca pochissimo alle vacanze estive, ma la nostra rubrica “Stats of the week” continua a tenerci aggiornati sullo scenario digital nel quale ci muoviamo.

In questa sedicesima puntata, ci occuperemo di WeChat, viaggi e pagamenti peer-to-peer via mobile.

Pronti? Partiamo!

1. In Cina WeChat supererà i 480 milioni di utenti nel corso del 2017

WeChat continua a macinare numeri da capogiro: secondo questa analisi proposta da eMarketer, nel corso del 2017 l’app di messaggistica supererà i 480 milioni di utenti.

In pratica, la metà degli utenti mobile della Cina accederà all’app nel 2017. Si tratta di numeri impressionanti, dovuti all’integrazione all’interno dell’app di molti servizi utili agli utenti (ad es. il sistema di pagamenti integrato WeChat Pay).

2. 1 turista su 5 posta online le foto del proprio viaggio

Alzi la mano chi non ha mai condiviso online una foto di un proprio viaggio.

I viaggi, soprattutto quelli estivi legati alle vacanze, sono sempre esperienze da condividere e raccontare; sono ricchi di momenti interessanti che amiamo mostrare alle nostre cerchie di amici, parenti o contatti sui social.

Come mostra questa ricerca firmata GlobalWebIndex, i viaggi rappresentano un momento particolare di narrazione online.

Questo racconto comprende, oltre alle foto, anche recensioni verso strutture alberghiere, compagnie aeree o altri operatori del settore. È di fondamentale importanza quindi che le aziende turistiche si impegnino ad offrire i migliori prodotti e servizi, abbinati a un servizio di customer care preciso e veloce.

Perché tutto questo? Perché, come riporta lo stesso studio, il 44% degli intervistati ha dichiarato di lasciarsi fortemente influenzare dalle recensioni degli altri prima di organizzare il proprio viaggio.

3. I pagamenti peer to peer supereranno i 120 miliari di dollari nel 2017

Questo interessante forecast di eMarketer, mostra come le persone siano sempre più propense ad utilizzare il mobile come strumento per i pagamenti peer-to-peer.

Infatti il mercato USA, secondo quanto riportato da eMarketer, quest’anno registrerà una crescita del 55% dei pagamenti peer-to-peer, per un totale di circa 120 miliardi di dollari.

Tutto questo grazie ad applicazioni come Venmo o Zelle (in fase di lancio). Speriamo che questa tendenza si affermi presto anche nel mercato europeo.

Si conclude qui la nostra puntata di “Stats of the week”! Vi aspettiamo la prossima settimana con l’ultimo approfondimento prima delle vacanze estive.

3 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 3 Pin It Share 0 3 Flares ×