Social Media Soup – Settembre

Articolo blog
02/10/2017 • scritto da Mariangela Napolitano
9 Flares 9 Flares ×

L’estate ormai è solo un ricordo, l’unica cosa nella quale ci è concesso tuffarci ora è la nostra Social Media Soup per una scorpacciata di aggiornamenti dal mondo dei social media.

Scopriamo allora insieme le novità di Settembre, gli ingredienti speciali che hanno condito e speziato la nostra social zuppa preferita.

News da Facebook, message in a BOTtle

Facebook di mese in mese continua a sfidare se stessa. A Settembre le novità più succulenti e pepate riguardano la piattaforma Messenger che raggiunge la quota di 1.3 miliardi di utenti attivi al mese in tutto il mondo, al pari ormai di WhatsApp.


Una crescita esponenziale eppure lenta negli ultimi mesi, sintomo che il mercato al quale attinge è ormai saturo, ma anche che la concorrenza sta diventando più spietata: la cinese WeChat, come anche il completamente rinnovato iMessage di Apple si dimostrano degni e divertenti competitor grazie ad esempio alle Animoji introdotte con iOS11 che permettono di animare le classiche emoji con la propria faccia.

Ma la cosa più interessante che vede come protagonista Facebook Messenger è l’introduzione di Messages come obiettivi delle ads. Utilizzando queste nuove opzioni di advertising sarà possibile interagire in maniera più diretta e mirata con un target strettamente legato al proprio business attraverso conversazioni su Messenger.

Gli obiettivi sono molteplici, dall’aumento del traffico a quello delle conversioni, fino alla brand awareness. Inoltre attraverso questo nuovi sistema di ads, sarà possibile inviare messaggi promozionali mirati a tutti gli utenti con cui è stata già avviata in precedenza una conversazione.

Ma quante Stories ti fai?

Un’altra novità di questo mese è la sempre maggiore integrazione di Facebook e Instagram. Se già  il mese scorso era stata introdotta la possibilità di accedere ad Instagram direttamente dall’app di Facebook, switchando facilmente tra le due, ora viene integrata la possibilità di inserire le Stories di Instagram direttamente su Facebook.
Strano? Niente affatto, considerando la spinta così forte che Facebook cerca di dare alle Stories ormai in ogni sua app, comprese Messenger e WhatsApp. Considerando il numero di persone che condividono ormai le Stories su Instagram, circa 250 milioni ogni giorno, è comprensibile voler sfruttare in qualche modo questa scia all’interno della sua stessa app nativa.

Al momento, essendo ancora in una fase di test, sembra però che Mark Zuckenberg in persona sia l’unico ad usare a tutti gli effetti questa nuova funzione.

Insight, ne abbiamo?

Questo mese Facebook vi offre anche la ciliegina sulla torta grazie a Facebook IQ, una sorta di database di tutti gli insight raccolti su un bacino di circa 2 bilioni di persone, utili a settare sempre in maniera più dettagliata le vostre campagne.

Uno strumento davvero utilissimo per capire sempre di più i comportamenti dei consumatori a seconda della generazione, area geografica a cui appartengono, o ancora del device che utilizzano.

News da Instagram, un posto sicuro

Anche Instagram questo mese segna un nuovo traguardo raggiungendo quota di 800 milioni di utenti attivi al mese in tutto il mondo. E dato che ormai si è in tanti, non va sottovalutata la sicurezza di ogni utente.

Ecco perché Instagram decide di introdurre i Comments Control. Già presenti tra le opzioni delle impostazioni del proprio account, ora le impostazioni per decidere chi può commentare e come il nostro profilo pubblico vengono implementate grazie a questa nuova funzione di controllo.

Sempre più implementata anche l’assistenza in caso di bisogno o sostegno: è possibile ora segnalare in maniera del tutto anonima qualsiasi comportamento preoccupante di possibili autolesionismi o disturbi psicologici o violenze, soprattutto durante le dirette live. Alla persona in difficoltà verrà inviata un’offerta di aiuto e di sostegno. In questo senso è da leggere anche la campagna #KindComments di cui potete approfondire qui.

News da Pinterest, join the Pin Collective

L’anno scorso Pinterest aveva lanciato il Pin Collective, una sorta di Studio che, grazie alla collaborazione sulla piattaforma di artisti, fotografi e designer, permetteva ai grandi brand di sviluppare contenuti bellissimi e di grande effetto.

Questa iniziativa ha avuto così tanto successo che si è deciso di allargarla a tutti i brand e gli advertisers attraverso una piattaforma personalizzata che presto verrà messa a disposizione.

Funziona più o meno così: un brand rilascia il suo documento di briefing o la sua particolare richiesta, a cui artisti, stilisti, fotografi, agenzie e così via possono rispondere con un loro progetto che potrà essere selezionato o meno. Tutta la comunicazione tra committente e operatore si svolgerà attraverso la piattaforma. I risultati? Adidas parla da sola! Qui trovate un approfondimento.
L’ingrediente segreto della nostra #SocialMediaSoup

L’ingrediente segreto di questo mese è davvero piccante, perché potrebbe mandare a monte i piani editoriale e le programmazioni di tanti poveri social media manager e graphic designer. A quanto pare, Instagram sembra stia testando un feed con una griglia di 4 contenuti invece dei classici 3.

Se sono anni che perfezionate il feed dei vostri clienti per renderli un mosaico perfetto di contenuti che occupano più di un quadrato, questo è davvero il momento giusto per procurarsi un sacchetto.

O cedere al panico.

 

9 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 9 Pin It Share 0 9 Flares ×

Potrebbe interessarti anche