Social Media Soup – Febbraio

Articolo blog
05/03/2018 • scritto da Mariangela Napolitano
0 Flares 0 Flares ×

Se siete sopravvissuti al gelido Burian  tappandovi in casa sotto una montagna di coperte, o siete ancora sotto la doccia a cantare tutti gli ultimi successi di Sanremo 2018, forse vi sarete persi alcuni degli aggiornamenti e updates dal mondo dei social media.

Ecco allora che la nostra Social Media Soup arriva in vostro soccorso, come una calda minestrina in una gelida giornata di Febbraio. Consumatela tutta prima che si freddi!

Nessun copywriter è stato congelato per la stesura di questo articolo. Ha però dovuto cantare ripetutamente la canzone vincitrice del Festival.

News da Facebook, migliorie in corso

Ora che si è presa confidenza con questo 2018 tutto nuovo, è arrivato il momento per Facebook di apportare migliorie e aggiustare un po’ il tiro dei suoi servizi di punta.

Si parte dagli Insight che aggiornano il calcolo della copertura in organico rendendolo più coerente a quella calcolata per le inserzioni a pagamento.

“Si tratta di una modifica alla misurazione della copertura, non di una modifica alla distribuzione nella sezione Notizie, e le altre metriche relative alle interazioni resteranno invariate. In questo modo, i proprietari delle Pagine otterranno una misurazione più precisa del loro pubblico e una metodologia di misurazione più coerente tra i report sulla copertura organica e quelli sulla copertura a pagamento. Dal momento che forniremo report più rigorosi, alcune Pagine potrebbero notare una copertura inferiore rispetto a prima.”

Anche per l’aspetto degli Insight è previsto un cambio di look, permettendo una consultazione più semplice e immediata grazie al posizionamento dei dati più consultati in evidenza:

– Statistiche generali della Pagina come numero di “Mi piace”, copertura e interazione

– Risultati delle azioni eseguite di recente, come le prestazioni di un post recente

– Anteprima di nuove interazioni con la Pagina, come dati demografici relativi a nuovi follower

Nuovi tool per le leadership e gli admin dei Gruppi

È ormai risaputo l’impegno, sia di tempo che economico, che Facebook sta investendo nei Gruppi che, forse più di tutti, portano avanti quel valore di community che tanto sta a cuore a Zuckemberg.

Ora tutti gli admin e i leader dei Gruppi avranno a disposizione:

– Admin tools: uno spazio in cui sarà possibile consultare insieme le richieste dei membri, gli Insight e molto altro rendendo più semplice la gestione delle attività

– Group announcements: un modo più semplice per condividere notizie e aggiornamenti che permette di tenere in evidenza all’interno del gruppo fino a 10 post.

– Group Rules: gli admin, per curare maggiormente la sicurezza della loro community, potranno ora introdurre una sezione con le regole da rispettare.

– Personalization: ogni comunità ha la propria identità, per questo è possibile ora personalizzare il gruppo attraverso i colori.

Upgrade anche per i contenuti

Anche i contenuti di Facebook godono di un upgrade durante il mese di Febbraio. Le novità più evidenti riguardano le Stories che possono ora essere editate anche da desktop: per approfondire vi consigliamo i commenti (per niente ironici) di The Next Web

Ma quello che di certo non è passato inosservato sono i post in 3D. Un modo nuovo di interagire con contenuti, visibili e ruotabili in tutte le angolazioni, che sembrano uscire dallo schermo. Oltre all’aspetto più fun, questo tipo di contenuti è una piccola porta da varcare verso AR, VR experiences. Inoltre, grazie ai nuovi tool messi a disposizione, è molto più semplice e immediata la possibilità di creare e condividere contenuti di ultima generazione. Qui l’approfondimento.

News da Messenger, più sì è meglio è

Da oggi videochattare insieme è diventato semplicissimo, grazie alla possibilità di aggiungere più persone alla vostra video chat in corso, senza più dover riagganciare, creare una chat di gruppo e trasfromarla in call.

Ma la novità più succosa è un refresh della piattaforma con il lancio della versione 2.3 con nuovi interessanti tool.

Quick replies: le risposte istantanee non sono di certo una novità, anzi dal 2016 facilitano il lavoro e l’interazione soprattutto dei piccoli e grandi brand con la loro community. Ora è possibile richiedere agli utenti attraverso le quick replies le informazioni di contatto come mail e numero di telefono associati all’account Facebook che si sta utilizzando.

Customer chat plugin customization: se avete già installato il plugin della chat di Messenger sul vostro sito o shop online, ora è possibile customizzarlo in vari modi in modo da permettere una maggiore integrazione con la piattaforma che lo ospita e con il vostro brand.

Scelta del colore e del messaggio di benvenuto erano già stati introdotti, ora è possibile ricevere notifiche per segnalare l’interazione avvenuta e incorporare il menu del sito all’interno della finestra della chat per permettere agli utenti di poterlo utilizzare in ogni momento. Qui un approfondimento di tutti i tool e le novità introdotte. 

News da Instagram, è l’ora del carosello

Non indovinerete mai di cosa si parla nell’update di Febbraio di Instagram! Ehm… sì, si tratta delle Stories. Di nuovo.

Questa volta però la novità riguarda la loro versione ads arricchita con l’introduzione del carousel.

Instagram ha raccolto le richieste dei suoi publisher e marketer che lamentavano la possibilità di caricare come ads un unico contenuto, video o foto, introducendo così un carousel di un massimo di tre storie. La richiesta è molto logica e comprensibile e si basa sull’andamento in organico: le Stories che ti permettono di tappare da un contenuto all’altro, riscontrano una copertura maggiore.

Perché solo tre? “Just a starting point” rispondo dalla direzione commerciale. Più interazione e coinvolgimento della audience anche dei contenuti sponsorizzati quindi, con risultati migliori e una storia un po’ meno sintetica da raccontare.

Stories stalker, siete avvisati!

Alzi la mano chi tra voi non ha mai screenshottato una storia altrui su Instagram. Beh, da oggi non passerete più inosservati secondo l’avviso con cui Instagram sta comunicando agli utenti che da ora, il vostro amico virtuale verrà a saperlo. Instagrammer avvisato, mezzo salvato… dalla figuraccia!

News da Snapchat, I ❤️ shopping

Snapchat si dà allo shopping e apre il primo Snap Store, un negozio online di merchandise. Obiettivo fare soldi? Non proprio. L’iniziativa mira a sviluppare e testare una piattaforma e-commerce interna all’app.

Questo aprirebbe nuove opportunità per i brand e un nuovo business per Snapchat che potrebbe ritrovarsi a vendere prodotti direttamente in-app.

Al momento è possibile acquistare:

Dancing Hot Dog Plush Doll: $ 19.99
Streak Hat: $ 29.99
Winkface Sweatshirt: $ 49.99
Dog Lens Tee: $ 29.99
Bring Back Best Friends Sweatshirt: $ 49.99

E per tutti quelli tra voi che volessero geolocalizzare gli snap in tutto il mondo, vi basta fare un giro sulla nuova Snap Map. 

News da Google, AMP Stories

Saremo brevi. Ne sentivamo davvero il bisogno?

L’ingrediente segreto della nostra #SocialMediaSoup

Lo abbiamo sognato, desiderato, voluto ed ora potrebbe diventare realtà, tanto che ci sentiamo un po’ disorientati. Facebook sta testando un downvote button tra le reaction ai commenti.

Al di là dell’uso inappropriato (ma giustificabile) che avremmo sempre desiderato fare di questa reaction, il motivo alla base di questo test è di riuscire ad avere uno strumento che faciliti l’individuazione di commenti inappropriati, incivili, razzisti.

Una volta schiacciato il Downvote, il commento “bannato” viene nascosto e vengono fornite all’utente alcune opzioni come “Offensivo” o “Offtopic”.

Certo, non è proprio il dislike che tutti aspettavamo, ma per quello abbiamo sempre lei.

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Google+ 0 LinkedIn 0 Pin It Share 0 0 Flares ×

Potrebbe interessarti anche