liqueedo_personal_branding

Come sviluppare il proprio personal branding online

Hai mai provato a googlare il tuo nome?

“Fatte accatta’ ‘a chi nun te sape!” (“Fatti comprare da chi non ti conosce!”) è un famoso proverbio napoletano che, nella sua semplicità, afferma una grande verità: spesso le persone cambiano ambiente, conoscenze o amicizie e vanno dove non sono ancora conosciute, per poter continuare le loro attività poco cristalline… almeno fino a quando non saranno scoperte anche lì.

Nell’era dei social media questo è reso molto difficile. Che si tratti di un imprenditore alla ricerca di personale qualificato o di una semplice persona alla ricerca di un servizio, così come avviene per i migliori brand, le persone tenderanno a fare delle piccole ricerche on-line sul vostro conto e per emergere sarà necessario curare la “vostra strategia” on-line, mettendo in risalto le vostre competenze e capacità.

Alleato decisivo in questo piano sono i social media, in particolare Linkedin, il social network professionale per eccellenza. 

Parliamo di personal branding, ma esattamente in cosa consiste?

 

Liqueedo_Quote_Jeff_Bezos

Il concetto stesso di “brand” identifica l’unione di più elementi che comprendono il nome, la riconoscibilità, la reputazione e la percezione. Il Personal Branding è più o meno la stessa cosa ma in questo caso non ci si riferisce ad un’azienda ma alle persone.

La nostra reputazione, le nostre esperienze formative e professionali, la percezione che i colleghi hanno di noi rappresenta il nostro piccolo brand personale. Tutti ne abbiamo uno, sta a noi capire come coltivarlo e farlo emergere. 

Costruire il proprio personal branding risulta funzionale per conquistare la fiducia di altre persone, trasformandole in potenziali clienti per la tua attività, per farti conoscere o ancora semplicemente per acquisire nuovi contatti utili con cui scambiare informazioni, consigli e segreti nel tuo settore. 

Perché dovrei spendere energie e tempo per fare personal branding?

Sia che tu sia un giovane neo-laureato in cerca della prima opportunità lavorativa, sia che tu sia CEO di un’azienda affermata: fare personal branding è funzionale in ogni fase della tua carriera professionale.

Nel caso in cui tu stia cercando la tua prima occupazione è importante “farti notare” ed emergere tra la moltitudine di candidati che concorreranno con te nelle posizioni lavorative per cui ti candiderai. Per le aziende, risulta strategico avere personale che sappia promuoversi, avere all’interno della propria azienda professionisti che sanno come mostrare le loro abilità all’esterno è un biglietto da visita impeccabile.

In molti casi, sono proprio queste narrazioni da parte dei dipendenti ad aumentare la reputazione e la percezione all’esterno dell’azienda (e quindi di conseguenza clienti e/o investitori). 

Inoltre, come accade per i migliori brand, se non curiamo noi la nostra reputazione on-line ci penserà qualcun altro. 

LinkedIn: social media alleato

I canali e gli strumenti da utilizzare per promuovere la proprio immagine professionale on-line possono essere diversi: dai blog, ai siti passando per i social media. 

LinkedIn, il social media professionale per eccellenza, più di tutti rappresenta un ottimo alleato per il personal branding. Possiamo definirlo come il Google del mondo del lavoro, che supporta i suoi utenti dal 2003 e nel tempo ha visto crescere sia il suo numero di utenti che la sua reputazione in termini di affidabilità e qualità dei contenuti.

Gli utenti registrati  a LinkedIn ad oggi sono circa 575 milioni, con oltre 260 milioni di utenti attivi ogni mese.

In Italia è il settimo social più utilizzato.

Rappresenta la rete professionale più grande al mondo con una media di due iscritti ogni secondo.

All’interno della piattaforma è possibile creare il proprio profilo, aggiungere i titoli conseguiti e scrivere post e articoli, ricevere e scrivere segnalazioni alle persone del proprio network e anche seguire dei mini-test per testare le proprie competenze. 

È un social network professionale che consente di collegarsi a nuovi professionisti, confrontarsi con esperti, cercare lavoro, condividere opportunità professionali, conoscere potenziali partner/clienti, creare contenuti, sia attraverso post che articoli ma anche attraverso presentazioni e materiali multimediali (video, foto, stories).

Da dove iniziare? 

Un esempio efficace di utilizzo di LinkedIn per raccontare le proprie competenze è quello di Luca Altimani, Copywriter di pagine satiriche, che sul suo profilo LinkedIn non fa altro che trasportare il suo modo ironico di scrivere e creare contenuti. 

Partendo dal suo sommario, Luca ironizza sui milioni di utenti LinkedIn che “pompano” le proprie esperienze e qualifiche.

Sia nel raccontare le proprie esperienze professionali che nella creazione di contenuti originali preserva il suo tono umoristico. Ciò non lo rende meno professionale o fuori luogo su un social network come LinkedIn.

Il suo modo di raccontarsi identifica perfettamente la sua persona, le sue capacità e riesce a raccontare bene la sua professione.


Questo è il personal branding: raccontare sé stessi, far emergere le proprie qualità e farlo nel modo che più ci rispecchia.

Per iniziare a costruire il tuo brand personali parti da 3 semplici step.

Chiediti innanzitutto chi sei, quali sono le competenze che ti rendono unico e soprattutto dove vuoi arrivare. 

Avere chiari i propri obiettivi professionali ti aiuterà non solo nell’autenticità dei contenuti da creare ma anche nell’essere certo di arrivare ad un pubblico per te in target e in linea con le tue aspirazioni professionali.

Parti da qui per creare la tua strategia personale sui punti di forza e con autocritica provvedi a lavorare sui tuoi punti di debolezza. Oltre a consolidare la tua immagine ti sarà molto utile anche per migliorare la tua carriera e raggiungere i tuoi obiettivi a lungo termine. Infine, comunica tutto ciò con gli strumenti e il tono più in linea alla tua esperienza e alla tua personalità

Questo non vuol dire fingere o raccontare il falso, rovinare la propria reputazione on-line è ancora più facile che farlo off-line “verba volant screenshot manent”. 

Nessuno ti vedrà se non accendi la luce. Non mentire e non smettere di essere chi sei, fai solo in modo che anche gli altri lo sappiano.